ecografia ostetrica

dr.andreamolino.eu

l’ecografia è la metodica di scelta per lo studio della gravidanza e della sua evoluzione.

Con l’ecografia si può infatti identificare la presenza di una gravidanza, della sua collocazione della presenza dell’embrione e della sua vitalità già dalla 6° settimana di gestazione, si possono eseguire inoltre eseguire test di screening già dalla 11° settimana come la misurazione della plica nucale (NT)  che è utile nell’identificare le gravidanze a rischio di anomalie cromosomiche come la sindrome di Down, e quindi di andare ad eseguire l’amniocentesi solo sulle gravidanze ad alto rischio di anomalie cromosomiche.

è inoltre possibile grazie all’ecografia nel corso della gravidanza eseguire degli esami finalizzati allo studio della morfologia del feto e dei suoi annessi

inoltre alcuni ecografi offrono la possibilità di eseguire l’ecografia 3D , questa oltre a dare la possibilità ai genitori di vedere in anteprima il proprio figlio, consente anche la possibilità di eseguire uno studio tridimensionale del feto ed in particolare del volto fetale.

A fine gravidanza l’ecografia risulta essenziale per la valutazione del liquido amniotico, della placenta e permette anche di eseguire la flussimetria.